mercoledì 15 aprile 2009

Tiberio Murgia - I dimenticati: puntata 4




Per una di quelle casualità un po' assurde che spesso capitano nel mondo del cinema, il sardo Tiberio Murgia (1929) è diventato il più celebre caratterista siciliano della commedia all'italiana.
Fu scoperto da Mario Monicelli nel 1958, quando il regista lo notò mentre lavorava come cameriere in un ristorante di Roma, affidandogli il ruolo di Ferribotte ne I soliti ignoti.

Date le sue origini, Murgia è sempre stato doppiato lungo tutto la sua carriera. Tuttavia, quello che rimane nella memoria è la sua straordinaria mimica facciale, con gli occhi spesso socchiusi, perfette per rappresentare lo stereotipo del siciliano sospettoso e diffidente.

Murgia lavorò in altri due capolavori di Monicelli, La grande guerra e La ragazza con la pistola. Nel primo, in particolare, è indimenticabile l'interpretazione del soldato Nicotra, la cui caratterizzazione contribuisce a creare molte delle scene comiche del film grazie al confronto con il “milanese” Gassman e il romano Sordi.

Nella sua lunga carriera ha lavorato anche con Vittorio De Sica, Totò, Franco e Ciccio.
Nel 1988, nel film Operazione pappagallo, recita per la prima volta con la sua vera voce.

Murgia rimarrà per sempre nella memoria collettiva come il Ferribotte de I soliti ignoti, ma moltissimi altri suoi film sono e resteranno delle pietre miliari della commedia italiana.

Alla prossima settimana!

Pier

Nessun commento:

Posta un commento